Vittime del Dovere, del Servizio e Terrorismo.

Responsabile per il SILME Drago Maurizio

Il SILME con questa pagina web, vuole essere punto di riferimento per tutti coloro che sono stati riconosciuti nelle tre condizioni di Vittime come sopra riportato.

Per fare ciò abbiamo istituito un servizio esclusivo a cui rivolgersi per essere assistiti in ogni ambito procedurale fino alla conclusione dell’iter di riconoscimento.

Il Responsabile del servizio, Drago Maurizio, anch’egli vittima del terrorismo e insignito della Medaglia d’Oro Vittime del Terrorismo, ha maturato un’esperienza che gli consente di metterla a disposizione di chi sta affrontando tale percorso della propria vita.

Chiunque avesse bisogno di assistenza può rivolgersi al seguente indirizzo email: segereteria.nazionale@silme.org

VITTIME DEL DOVERE E EQUIPARATI

Un’attività solidaristica è dedicata agli operatori di polizia e altri dipendenti pubblici deceduti o che abbiano subìto un’invalidità permanente in attività di servizio, o nell’espletamento delle funzioni di istituto, per effetto diretto di lesioni riportate in conseguenza di eventi verificatisi:

  • nel contrasto ad ogni tipo di criminalità;
  • nello svolgimento di servizi di ordine pubblico;
  • nella vigilanza ad infrastrutture civili e militari;
  • in operazioni di soccorso;
  • in attività di tutela della pubblica incolumità;
  • in attività di prevenzione e di repressione dei reati.

Sono considerati vittime del dovere anche coloro che abbiano contratto infermità permanentemente invalidanti o alle quali consegua il decesso, in occasione o a seguito di missioni di qualunque natura, effettuate dentro e fuori dai confini nazionali e che siano riconosciute dipendenti da causa di servizio per le particolari condizioni ambientali o operative. Il ministero dell’Interno provvede al riconoscimento dello status di vittima del dovere per gli appartenenti alla Polizia di Stato, all’Arma dei Carabinieri, alla Guardia di Finanza, al Corpo Forestale dello Stato, alla Polizia Penitenziaria, alle Polizie Municipali e per gli appartenenti al Corpo nazionale dei Vigili del fuoco e stila la graduatoria delle vittime del dovere.

fonte: ministero dell’interno

VITTIME DEL TERRORISMO

I benefici previsti per episodi di terrorismo si applicano agli eventi verificatisi:

  • in Italia dal 1° gennaio 1961 (art. 15, comma 1 legge n. 206/2004);
  • all’estero dal 1° gennaio 1961 al 31 dicembre 2002 per i cittadini italiani residenti in Italia al momento dell’evento (art. 2, comma 106, lett. d) legge n. 244/2007);
  • all’estero dal 1° gennaio 2003 per i cittadini italiani ovunque residenti (art. 15, comma 2 legge n. 206/2004).

Fonte: ministero dell’interno

VITTIME DEL SERVIZIO

Al personale riconosciuto quale vittima del servizio, vengono riconosciute alcune agevolazioni stipendiali, risarcitorie e pensionistiche, come raccolto nella direttiva che troverete nel link di seguito.

Fonte: Specchio riassuntivo dei benefici

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi